Passa ai contenuti principali

Perché è importante l'amigdala?

Nella parte inconscia del cervello c’è una struttura chiamata “amigdala”, che ha la forma di una mandorla all'interno del sistema limbico.


L'amigdala gestisce molte reazioni emotive, tra cui la paura e la rabbia, e il suo ruolo principale è proteggere il corpo dai pericoli.

L'amigdala raccoglie le informazioni dal mondo esterno attraverso i cinque sensi (che chiameremo stimoli) e li interpreta per sapere se questi stimoli indicano la presenza di un pericolo nell'ambiente.


Come interpreta gli stimoli l'amigdala?

Qui vedete gli stimoli che arrivano dai sensi e arrivano attraverso il talamo all’amigdala che, a sua volta, produce una risposta appropriata. 

Se c’è un pericolo l'amigdala lancia una risposta di protezione alle altre strutture del cervello e all’intero corpo. 

Nella prossima figura vedete gli stimoli che arrivano sulla sinistra e sono interpretati dall’amigdala che valuta se c’è un pericoloso e poi produce delle risposte sulla parte destra dello schema.



Come funziona in pratica l'amigdala?

Immaginate di essere in una foresta e di vedere un ramoscello sul terreno che sembra un serpente. L’amigdala riceve l’informazione dai vostri occhi e, appena percepisce che c'è un serpente, istantaneamente produce una risposta di paura e dà lo stimolo al corpo di scappare via. 

L’amigdala, però, non ha sempre ragione e qualche volta si sbaglia per eccesso di cautela. Dal punto di vista evoluzionistico questo è molto positivo perché è un bene per la tutela della specie.

Quando avviene un'iper-stimolazione dell'amigdala?

Immaginate ora di stare per scendere il gradino di un marciapiede e che, proprio in questo momento, sta arrivando un autobus verso di voi. Sentite il rumore dell’autobus, sollevate lo sguardo e lo vedete arrivare. 

Subito questa informazione arriva alla vostra amigdala che deve decidere che fare in una manciata di secondi. Istantaneamente l'amigdala invia il comando alle vostre gambe di fare un passo indietro. Tutto questo accade in millesimi di secondi senza che venga coinvolta la mente conscia. 



Ci sono dei vantaggi nel fatto che sia la vostra mente inconscia ad essere coinvolta perché, se invece fosse stata coinvolta la vostra mente conscia, il processo di gestione delle informazioni sarebbe troppo lungo e sarebbe più difficile gestire i pericoli dell'ambiente.

Come vi sentireste subito dopo?

Dopo la prima reazione immediata inconscia l'amigdala invia dei messaggi alla mente conscia riempiendola di pensieri di paura nella parte destra dello schema. Questo accade quando si  hanno pensieri del tipo: “Oh sono quasi stato investito da un autobus… devo stare più attento la prossima volta”. 

L’amigdala vuole assicurarsi che la mente conscia abbia capito gli autobus sono pericolosi. Da parte sua la mente conscia, cerca di razionalizzare la paura e invia un messaggio di conferma all’amigdala che aveva ragione e che gli autobus sono pericolosi. 

C'è differenza tra pericoli fisici e psichici?

L'amigdala ha il compito di rispondere a tutti gli stimoli, sia fisici che psichici. Quando è iper-sensibilizzata risponde in modo eccessivo non solo agli stimoli fisici, come rumori, odori, vibrazioni, luci, ma anche agli stimoli emotivi.

Facciamo l'esempio di una persona che si sente stressata a causa delle aspettative del suo capo per completare un progetto. La mente conscia percepisce il pericolo reale e asseconda la stimolazione delle emozioni di paura prodotte dell'amigdala.


Come dialogano mente conscia e inconscia?

L’amigdala manda pensieri e sentimenti di preoccupazione alla mente conscia producendo emozioni. Se la mente conscia le conferma, l'amigdala rafforza la sua classificazione del pericolo.

Se la mente conscia, invece, non si preoccupa del rischio segnalato dall'amigdala e risponde che quello non era un grande problema, rifiutando i sentimenti di paura, allora l'amigdala deduce che forse gli autobus non sono così pericolosi.


Questo dialogo tra mente conscia e inconscia funziona perfettamente da milioni di anni per proteggerci dai pericoli e crea la migliore risposta possibile all'ambiente a partire dalle esperienze precedenti. 

C'è una risposta istantanea prodotta dall'amigdala e poi un confronto successivo con la mente conscia per verificare se quello stimolo era davvero un pericolo o no.

Si tratta un meccanismo perfetto volto ad assicurare la sopravvivenza.

 

Post popolari in questo blog

Soffri di una delle seguenti patologie?

Sindrome da Fatica Cronica (CFS) o Encefalopatia Mialgica Fibromalgia Sensibilità Chimica Multipla Elettrosensibilità Sindrome Dolore non Spiegate Altre condizioni correlate di ipersensibilità ambientale Il Programma di Riabilitazione dell'Amigdala è un nuovo trattamento per la Sindrome da Fatica Cronica, la Encefalopatia Mialgica, la Fibromialgia, la Sensibilità Chimica Multipla (MCS), l'Elettrosensibilità (EHS) e altre condizioni associate. Bisogna chiarire che l'obiettivo di questo trattamento è desensibilizzare una parte del Sistema Nervoso Centrale, chiamata Amigdala, e che questa desensibilizzazione può, in via secondaria, portare al miglioramento o alla guarigione da alcune condizioni mediche. Il programma Gupta, dunque, non è un trattamento medico, ma un programma di riabilitazione dell'Amigdala che richiede grande impegno e costanza in quanto prevede esercizi che bisogna condurre da soli per alcuni mesi. Nel Settembre 2010 è stato pubblicato uno studio

Paziente del Dott. Rea racconta la sua esperienza positiva con il Programma Gupta

"Da tanto che sono una paziente del dottor William Rea della Clinica di Dallas . Le prime due settimane in cui ho usato il Programma Gupta sono state sorprendenti per me. Mi sono sentita subito più tranquilla,  il sonno è migliorato. Avevo ancora i linfonodi all'inguine gonfi per la maggior parte del tempo, ma da quando sto meglio, sono più energica, il sonno è migliorato, e ho una maggiore chiarezza mentale. Mi stavo disintossicando ad un livello che non avevo mai raggiunto prima. Ho iniziato a divertirmi e ad esplorare alcuni sbocchi creativi. Non avevo capito quanto desiderassi fare attività creative e quanto tutto questo possa contribuire alla mia guarigione totale.  Il Programma Gupta mi ha dato una spinta ad uscire dalla malattia: è stato fenomenale per la mia pace interiore e ha migliorato la mia esistenza". Traduzione dal sito del Programma Gupta. PER ORDINARE PROGRAMMA GUPTA CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI: SCORRI LA PAGINA IN BASSO E CLICCA SUL PULSANTE VIOLA

Il 7 gennaio 2022 inizia il coaching di gruppo del Programma Gupta

Soffri di Sensibilità Chimica Multipla, Fibromialgia o Sindrome da Fatica Cronica e hai provato tante terapie senza risultati duraturi?  Ora puoi sperimentare un nuovo approccio che agisce al cuore del problema: il Programma Gupta è un percorso di rieducazione dell'amigdala che è risultato efficace per ridurre i sintomi della Sindrome da Fatica Cronica e della Fibromialgia , come dimostrato da due studi scientifici.  Molti pazienti hanno trovato efficace il Programma Gupta anche per ridurre i sintomi della Sensibilità Chimica Multipla, in particolare l'iperosmia, e per abbassare l'Elettrosensibilità e le intolleranze alimentari. Com'è possibile che un insieme di tecniche di rieducazione del sistema nervoso centrale riescano ad influenzare lo stato di salute fisico? Quando l'amigdala è ipersensibilizzata tiene costantemente in allerta i meccanismi di difesa con un'attivazione cronica del sistema immunitario, nervoso e degli ormoni dello stress. A lungo andare que